Quando è consigliata

L’esperienza di una sessione di Craniosacrale Biodinamica apre sempre un dialogo con la nostra naturale forza vitale, quindi potrebbe essere anche considerata sia come forma di prevenzione, sia come un modo per restare in contatto con la propria salute (un po’ come andare in palestra per tenere in allenamento il nostro corpo). 

E’ tuttavia un atteggiamento molto comune cercare dei metodi di sollievo solo in presenza di sintomi o problematiche fisiche o psichiche per questo ti elenco, a titolo esemplificativo, alcuni esempi in cui la biodinamica craniosacrale offre un valido supporto al ripristino della salute: 

  • recupero post operatorio
  • recupero post trauma
  • nelle allergie
  • artriti
  • asma
  • autismo
  • coliche
  • condizioni di stress
  • depressione
  • disturbi visivi
  • dislessia
  • disordini della mandibola e dell’articolazione temporo-mandibolare
  • difficoltà di apprendimento
  • disordini nervosi
  • dolori alla schiena
  • dolori mestruali
  • dolori muscolari
  • distorsioni
  • esaurimenti
  • fatica cronica
  • iperattività dei bambini
  • insonnia
  • emicranie
  • problemi emotivi
  • reumatismi
  • sciatica
  • sinusiti
  • problemi spinali
  • scoliosi
  • traumi post-trattamenti dentali
  • traumi della nascita
  • colpi di frusta

Queste sono alcune aree di efficacia della Craniosacrale Biodinamica.

Risulta comunque un efficace metodo di supporto anche durante la gravidanza, favorendo l’armonia e il legame affettivo tra la madre e il bambino, bisogni imprescindibili di entrambi che spesso oggi non vengono adeguatamente rispettati nella nostra società.

Infatti per il suo carattere dolce e non invasivo è una pratica spesso consigliata anche nei neonati e nei bambini.