3 ESERCIZI COME RIMEDI AL MAL DI SCHIENA

Il mal di schiena: cos’è e come guarire

 

Cara amica oggi ti voglio parlare del mal di schiena, un problema semplice quanto diffuso.

Del resto chi non ne ha mai sofferto almeno una volta?

Ma cos’è esattamente che lo provoca e come puoi prevenirlo e curarlo efficacemente?

La diagnosi del mal di schiena in genere è semplice, ma è necessario comprenderne le cause.

È fondamentale capire la sua origine sia per intraprendere la cura adeguata, sia per evitare la cronicizzazione e le recidive.

 

3 esercizi come rimedi al mal di schiena

 

Di solito il terapeuta chiede se è “localizzato”, cioè se lo avverti in punti precisi, probabilmente quelli in cui si è creata una lesione o dei traumi, o se è “diffuso”, è in questo caso che forse ha origine da un tessuto più profondo.

Può chiedere se si irradia lungo la gamba, come nella sciatica, o se è collegato con qualche altro disturbo, per esempio intestinale; e sia quindi un dolore “riferito”, che può essere determinato da un disturbo che interessa l’intestino, o da una colica di fegato, o dalla degenerazione di un disco intervertebrale. In quest’ultimo caso il dolore si irradia anche alla gamba.

Come prevenzione generale e per prevenire il peggioramento delle tensioni muscolari, la prima regola è quella di non stare troppo a letto né in posizione sdraiata, per esempio sul divano. È infatti dimostrato che riprendere il prima possibile una normale attività fisica aiuta a prevenire le ricadute e a far andare via il mal di schiena.

Se il dolore è insorto dopo uno sforzo, magari dopo aver sollevato un oggetto pesante, si potrebbe trattare del ben noto “colpo della strega”, una contrattura violenta dei muscoli che si trovano in prossimità delle vertebre.

In questo caso, avvertiresti un forte dolore e si rimane bloccati nella posizione: la difficoltà a ritornare in posizione eretta è dovuta all’intensità del dolore stesso e alla paura di peggiorare la situazione.

Molti soggetti, però, tentano ugualmente di raddrizzare immediatamente la schiena rendendo in questo modo più acuta la sensazione dolorosa perché i muscoli, già dolenti e contratti, sono sottoposti ad un ulteriore sforzo per effettuare i movimenti che consisterebbero di rialzarsi.

In questi casi, per alleviare il dolore, è consigliabile rimanere piegati e cercare di raggiungere, mantenendo sempre questa posizione, il divano o il letto sul quale potersi distendere. Solo dopo aver scaricato il peso del corpo dalla colonna vertebrale si può tentare di raddrizzare la schiena attraverso movimenti molto lenti e respirando profondamente.

Il riposo a letto dovrebbe durare almeno due giorni; se è proprio indispensabile alzarsi è bene farlo con molta attenzione, mettendosi prima a sedere sul letto, quindi facendo scendere lentamente le gambe fino a toccare con i piedi il pavimento e sollevandosi in piedi pian piano, sorreggendosi con le mani al bordo del letto.

Capita spessissimo che sopraggiungano dolori alla schiena, il mal di schiena è infatti uno degli acciacchi se non l’acciacco più comune di sempre. Nonostante abbiamo visto spesso non riguardi nulla di grave, ovvero una semplice infiammazione del nervo sciatico, dello psoas, o qualche muscolo infiammato, il mal di schiena è comunque sempre piuttosto limitante, causando seri problemi a vivere una vita normale a chi ne soffre. Impedisce di sollevare oggetti, o compier ei più semplici movimenti.

Il mal di schiena può essere sporadico o cronico, pertanto è meglio sottoporsi ad una accurata visita da uno terapeuta prima di adottare qualsiasi soluzione fai da te.

Se invece si tratta di un fenomeno sporadico potrai risolvere anche da sola con degli opportuni esercizi fisici.

Nel guida che trovi qui sotto troverai tutte le indicazioni necessarie per mettere in pratica degli esercizi utili a raggiungere tale scopo. Nello specifico, faccio riferimento ad una serie di esercizi di allungamento e di rinforzamento, che alleviano il dolore e rinforzano la schiena prevenendo strappi e contrazioni.

 

3 esercizi come rimedi al mal di schiena

 

Sono gli stessi esercizi che insegno ai miei clienti che si sono rivolti per risolvere questo problema e oggi li metto a disposizione anche a te.

Si tratta di esercizi molto semplici, facili anche da effettuare a casa e per i quali bastano circa 10 minuti al giorno. È consigliabile farli in modo costante seguendo la guida passo passo, senza cambiare i movimenti altrimenti risulteranno inefficaci.

Spero che ti sia d’aiuto.

Un abbraccio,

Akhila